Scusate – Dani Faiv ha fatto il salto di qualità ancora prima del suo disco

È uscito “Scusate”, il nuovo EP di Dani Faiv, un piccolo capolavoro che anticipa il disco “Scusate se esistiamo”. Negli ultimi mesi, da MM4, il rapper ligure ha senza dubbio fatto un salto di qualità, ergendosi ad artista di primissimo livello. Prima di parlare dell’EP, tuttavia, occorre ricostruire le geniali scelte di marketing che hanno fatto sì che questo “doppio progetto” stia venendo accolto con stupore ed entusiasmo:

  • 27 Marzo – Dani Faiv pubblica In Peggio, prodotta da Strage, con cui di fatto annuncia un nuovo disco. Il brano viene accolto in maniera mediamente positiva da pubblico e critica.
  • 17 Aprile – Dani Faiv pubblica Cioilflow, in collaborazione con Salmo, prodotto ancora da Strage. Il pezzo si rivela un banger piuttosto fallimentare, non tanto per la performance di Dani, quanto per quella dell’ospite, che realizza una strofa di livello molto basso.
  • 27 Aprile – Dani Faiv annuncia titolo, copertina e data d’uscita del suo disco: si chiamerà “Scusate se esistiamo” e uscirà il 29 maggio.
  • 28 Aprile – Dani Faiv rivela la tracklist del CD. Assenti In Peggio Cioilflow. 11 tracce inedite e cinque featuring, Vegas Jones, Shiva, Fabri Fibra, Gemitaiz e la sua ragazza Luana. Nemmeno uno dei membri di Machete. Il pubblico è curioso ed entusiasta.
  • 29 Aprile – Dani Faiv dà un annuncio clamoroso: pubblicherà, a mezzanotte, un EP di anticipazioneScusate se esistiamo, che si chiamerà ScusateSarà composto da sette tracce, fra cui In Peggio Cioilflow, e ospiterà sette featuring: Salmo, Jake La Furia, Gianni Bismark e i quattro “Macheteros” Lazza, Nitro, Jack The Smoker e Hell Raton in una posse track, Machete Mob.
  • 30 Aprile – Dani Faiv pubblica Scusate.

A8137024-7F99-414D-8773-6E49058ED392

Il salto di qualità di Dani Faiv

Oggi è il 2 maggio, sono passati due giorni dalla pubblicazione dell’EP e si può, finalmente, trarre una conclusione: Scusate è un piccolo capolavoro, è la dimostrazione della maturazione definitiva di Dani Faiv e, allo stesso modo, dell’ottimo lavoro della famiglia più visionaria e lungimirante del rap italiano, la Machete Crew. Finalmente, Dani Faiv ha convinto tutti, dimostrando di essere uno dei rapper più validi – e più in forma – del panorama italiano

La carriera di Dani Faiv, fino al Machete Mixtape 4, è sempre stata accompagnata da un velo di scetticismo da parte di pubblico e critica, che non lo riteneva all’altezza di colleghi come Salmo, Nitro e Lazza. Il primo disco dell’autore di Cioilflow era The Waiter, che faceva assolutamente ben sperare, ma con Fruit Joint e le sue atmosfere colorate, il pubblico e la critica erano rimasti fortemente delusi, anche dopo la repack “di riparazione” Fruit Joint + Gusto. Dani veniva per lo più criticato per il suo brusco cambiamento di stile (era passato da un album scuro e dai toni riflessivi come The Waiter a un disco “di cazzeggio” come Fruit Joint). Addirittura, una voce forte come quella di Luchè attaccherà il rapper ligure, nel corso della sua lite con il capo-crew Salmo, ironizzando sulle treccine colorate che portava nel periodo Gameboy Color.

Se il pubblico e la critica, dunque, non confidavano al 100% in Dani Faiv, Machete non ha mai smesso di farlo e, a conti fatti, la scelta del collettivo di insistere sull’artista è stata quanto mai visionaria e azzeccata. Dal 2017 al 2020, Dani è cresciuto tantissimo, fino a imporsi come artista con la A maiuscola, come rapper a cui davvero pochi colleghi possono tenere testa, e ha realizzato un EP che non solo ha rispettato le aspettative, ma le ha di gran lunga superate, per melodie, strumentali, flow, barre e, soprattutto, scrittura.

In realtà, la crescita esponenziale del ligure era già evidente in Machete Mixtape 4in cui era stato assoluto protagonista, a colpi di barre e di cambi di flow. Dani aveva aperto una hit da 60 milioni di streaming, Yoshi, e aveva brillato in Walter Walzer, FQCMP, Wow RMX Machete Bo$$. In seguito, la superstar mondiale J Balvin lo aveva contattato per fargli i complimenti – ne nascerà un remix in cui sarà coinvolto anche Capo Plaza – ed era stato chiamato a diversi featuring: con Vegas Jones, Salmo, ma soprattutto tha Supreme, a cui regalerà una strofa, in No14, letteralmente da brividi, cantata in modo magistrale e scritta in maniera commovente. La seconda metà del 2019 ha, quindi, senza dubbio formato Dani Faiv, ponendogli davanti delle sfide che lo hanno stimolato, lo hanno fatto crescere e gli hanno dato fiducia. Magari anche il fatto di essere stato attaccato da un rapper importante come Luché lo ha spinto a migliorarsi e a dare il meglio di sé, per urlare in faccia al mondo il suo talento e prendersi la sua rivincita.

Con Scusate – va ribadito! – Dani Faiv ha dimostrato di essere cresciuto tantissimo, fino a saper interpretare in maniera eccellente un progetto da solista. Ciò che è davvero stupefacente è che il suo “salto di qualità” sia arrivato ancora prima della pubblicazione del suo CD, Scusate se esistiamo, con cui può fare addirittura meglio di così!

Scusate – Un EP di livello assoluto:

Scusate è un EP che mostra a 360 gradi il talento cristallino di Dani Faiv, che brilla con le sue solite melodie uniche, con i suoi mille flow e con barre profonde e serie. Si può dire, semplificando un po’, che il ligure abbia saputo combinare i ritmi coinvolgenti di Fruit Joint alla lirica raffinata che si era vista in The Waitertrovando finalmente un equilibrio perfetto.

In Peggio è la prima traccia del progetto e, come si ricordava all’inizio, è stata accolta in modo molto positivo dal pubblico. Il pezzo è prodotto da Strage, il principale partner artistico di Dani: 5 strumentali su 7 sono opera sua e, nel 2020, va considerato come uno dei numeri uno del beatmaking italianoIn Peggio si propone come brano banger da live, come dimostra il ritornello, in cui il rapper invita l’ascoltatore a ballare e a scatenarsi:

Fra’, voglio che salti, fammelo vedere però non che parli!

Allo stesso tempo, però, la canzone approfondisce il tema della critica, spesso immotivata, all’artista, che lo stesso ascoltatore – in cui Dani si impersona – accusa:

Non mi piace!

Puoi fare meglio!

Non mi stai convincendo!

Per me ti stai vendendo!

Sei cambiato in peggio!

Nonostante In Peggio sia una canzone dai toni leggeri e scanzonati, il suo testo evidenzia una netta crescita della penna del rapper, rispetto a Fruit Joint. In particolare, colpiscono i tre versi:

Qui tante formiche, però mai visto una Zeta
L’insetto più è piccolo e più pensa alla moneta (Wow)
Infatti chi stampa i soldi è chiamata zecca (Wow)

in cui si fa riferimento a quanto alcune persone (le formiche) siano eccessivamente banali e ordinarie, citando il film Zeta la formica. In seguito, Dani riflette sul fatto che più si è poveri di valori, più si è attaccati al denaro, e impreziosisce la riflessione con una punchline (“infatti chi stampa i soldi è chiamata zecca”) che le dà forza e solidità.

I miglioramenti della penna di Dani sono ancora più evidenti in Polvere e detritiun’autentica poesia, realizzata insieme a Jake la Furia su un meraviglioso tappeto musicale di Kanesh, in cui i vocals sono davvero, davvero struggenti. Il tema della canzone, interpretato magistralmente da Jake e Dani (che omaggia il collega citando la sua storica Serpi), è quello della ricerca della felicità e proprio per questo può ricordare Qualcosa in cui credere di Marracash e Guè Pequeno, dal concept diverso ma dai toni simili. In ogni caso, il tipo di scrittura e di tematiche di Polvere e detriti sono semplicemente ciò che i fan del rapper ligure desideravano a ogni costo. Questa canzone è la prima vera perla del 2020 di Dani Faiv.

Oggi no Facce finte feat. Gianni Bismark sono due banger fatti di sterzate di flow, di incastri tecnici, di melodie energiche (i ritornelli dell’EP sono tutti veramente eccezionali) e di punchline compatte. Tuttavia, anche queste canzoni, certamente più goliardiche e autocelebrative, beneficiano dei miglioramenti lirici di Dani: per esempio, in Oggi no, è presente la quartina:

Diamo importanza al soldo, con quello ci ossigeniamo
Che poi è di carta come gli aeroplani che facevamo

che torna su un tema evidentemente molto caro al rapper, quello del “Dio denaro”. A livello meramente tecnico, invece, Dani Faiv dimostra di essere ormai un rapper di gerarchia, completo e capace di sfruttare al meglio la sua voce così particolare.

Machete Mob è la penultima traccia di Scusate ed è una posse track di livello altissimo, in cui a Dani si alternano quattro numeri uno del rap italiano, Lazza, Nitro, Jack The Smoker e Hell Raton, quest’ultimo in grande rispolvero nonostante la scarsa presenza musicale sulla scena. Ognuno degli ospiti aggiunge qualcosa di suo alla traccia: dalle punchlines di Lazza – che fa andare a casa una ragazza “come Bugo” – alle melodie cupe ma coinvolgenti di Nitro, fino agli incastri metrici di Smeezy, come:

Ti hanno visto tutti come il gol di Sulley (Ah)
Sono venuto a mettere i puntini sullei” (Ah)

e alle melodie di Hell Raton, autore di una strofa tutta in spagnolo.

L’ultimo brano, Super, è probabilmente il vero capolavoro dell’intero progetto, prodotta dal solito Strage, che dà vita a un beat dalla ritmica boom bap, ma dal suono moderno e leggero. Dani non spreca l’occasione, anzi, scrive un testo intimo, profondo e perfetto per il tipo di vibes della strumentale, forse il suo migliore in assoluto, in cui racconta la sua rivincita, il duro lavoro che lo ha portato a una vita “super”. In particolare, Dani cita uno “scooter”, nel ritornello, facendo riferimento al suo primo video musicale Vivi meglio e ricorda – nella seconda strofa come un incubo – il suo lavoro da cameriere e, di conseguenza, il suo primo album The Waiter. Super non è solo una canzone di rivincita sociale, ma è soprattutto un pezzo in cui Dani Faiv ripercorre la sua carriera, raccontando gli sforzi, l’ansia e le difficoltà, ma anche la mentalità positiva che lo ha portato alla realizzazione. Per questo, se Scusate è l’EP della maturità di Dani Faiv, Super è la traccia del suo definitivo salto di qualità, in attesa di Scusate se esistiamo, in uscita fra un mese!

2 pensieri riguardo “Scusate – Dani Faiv ha fatto il salto di qualità ancora prima del suo disco

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close