Le pagelle del 2021 – Leon Faun

Nelle “pagelle del 2021” si commenta e si valuta da 1 a 10 il percorso effettuato da un rapper italiano quest’anno. Oggi si parla di Leon Faun.

Artista: Leon Faun

Voto: 7,5

La pagella:

Leon Faun è arrivato al 2021 come un grande punto interrogativo della scena rap italiana: i suoi singoli del 2019 e del 2020 gli avevano steso ai piedi uno splendido tappeto rosso per il mondo della musica, mettendolo in mostra non solo come rapper talentuoso, ma anche come artista creativo e polivalente, attento a ogni dettaglio delle sue pubblicazioni.

Tuttavia, gli interrogativi erano diversi e non ci si limitava solamente alla domanda, piuttosto fine a se stessa, su “che cosa fosse Leon Faun”, ma ci si chiedeva anche se, con uno stile così unico e particolare, sarebbe stato una meteora o sarebbe stato in grado di durare. Il 2021 ha fornito le prime risposte.

Per Leon Faun, infatti, è stato un anno ricco, intenso e convincente: il Fauno ha confermato il suo talento cristallino e genialoide, imponendosi con un disco, C’era una volta, che evolve il suo stile, permettendogli di crescere e cambiare le carte sul tavolo. Si tratta di un disco ordinato, consapevole, ben orchestrato da un brillante Duffy, pieno di spunti musicali di grande caratura e di grande interesse e soprattutto scritto in modo intelligente. C’era una volta riesce a disegnare dei ponti con il passato discografico di Leon Faun e con le ispirazioni fantasy dei suoi singoli “di sfondamento”, ma non si limita a consolidare quel tipo di impronta stilistica, ampliando il campo tematico e lirico di Leon Faun.

Inoltre, un’altra grande sfida vinta da Leon Faun è stata l’apertura al featuring, ingrediente intrigante dell’album ma non centrale (il protagonista del film è sempre il Fauno). Attraverso le collaborazioni brillanti con tre rapper di Serie A, Ernia, Madame e Dani Faiv, Leon ha evidenziato la sua versatilità e ha confermato la sua attitudine al rap, spegnendo qualsiasi possibile nuovo interrogativo.

In conclusione, dunque, si è trattato certamente di un anno vincente per il Fauno, che affrontava una difficile impresa: dimostrare di non essere una meteora. La missione è senza dubbio compiuta e il buon lavoro di C’era una volta gli vale un 7,5 meritato. Dall’anno prossimo ci si aspetta una crescita graduale in termini di peso specifico nella scena, ma per quest’anno il suo operato è stato più che convincente.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close