Dolce Vita – Il limbo di Shiva fra gloria e flop

Ebbene si, dopo un intero anno in cui Shiva ha deciso di scomparire dai radar, è uscito il suo nuovo album “Dolce Vita“.

Il rapper di Milano Ovest è sempre stato un personaggio contraddittorio che si è distinto per il suo talento e anche per le sue scelte a dir poco anomale. Raggiunge il successo in giovanissima età con l’EP “Tempo anima” che mostra una sua visione profonda ed introspettiva della vita. Difficilmente in futuro ritroverà quella bravura e continuità lirica per cui si era contraddistinto all’inizio della sua carriera ma perlomeno la parte musicale vedrà un upgrade non indifferente.

A seguito di un lungo periodo di stop dettato da problemi burocratici con la sua ex casa discografica, l’autore di “Bossoli” torna sulla scena italiana nel 2019 e questa volta il resoconto da parte del pubblico è ben diverso. L’artista raggiunge un successo strabiliante con i suoi nuovi singoli e la consacrazione definitiva arriva con la collaborazione con Emis Killa “Mon Fre“. Da lì in poi il suo percorso sembra una fiaba, diventa l’emergente del momento… Poi il rapper del momento… Poi l’artista del momento… Tutti hanno sulla bocca il suo nome ma mai per rivolgergli delle critiche.

Nel 2020 Shiva deve far uscire un progetto e continuare a confermare quanto di buono fatto fino a quel punto: il 31 gennaio vede la luce “Routine EP“, un progetto è fallimentare e monotono e nemmeno i featuring di ottima nomea risollevano le sorti di un progetto concepito malamente. Prima della sua lunga pausa regala varie partecipazioni in album di altri artisti e l’indimenticabile “Auto blu”, una delle canzoni più odiate dell’ultimo decennio. Vedendo l’hating esagerato che si è creato attorno al suo personaggio, Andrea opta per una decisione estrema: ritirarsi per quasi un anno cercando nuovi spunti creativi, esperienze ma soprattutto ispirazione musicale.

Quindi, tornando al presente, “Dolce Vita” è l’album giusto per ridare credibilità all’artista? Gli ascoltatori italiani si sono divisi in 2 fazioni, c’è chi lo osanna e si ritiene pienamente soddisfatto dal disco e chi non apprezza totalmente il progetto considerandolo noioso. Probabilmente la verità, come nella maggior parte delle cose, si trova nella via di mezzo e si possono constatare tanti pro come tanti contro.

Innanzitutto Il periodo è stato travagliato e complicato e portare a termine il primo album ufficiale non è un’impresa scontata. Dopo questa piccola premessa voglio spezzare una lancia a favore della struttura di “Dolce Vita” che forse è uno degli aspetti più convincenti del progetto. Per quanto le produzioni non si differenzino più di tanto, ogni canzone si identifica per quello che è. All’interno del disco ci sono pezzi conscious, d’amore e di disimpegno e per una buona riuscita è necessario poter riconoscere la natura di ciascun brano perché sennò ogni singolo risulterebbe uguale all’altro. Con questa mia affermazione non voglio assolutamente insinuare che la scrittura di Shiva sia sempre contestualizzata alla perfezione però uno dei suoi più grandi pregi è saper ornare ed arricchire i suoi discorsi anche quando si parla di retorica, presente in quantità disarmante nel disco.

Ahimè non si può solo elogiare l’opera in questione, i flow e le metriche non sono pessime però vengono ripetuti nell’arco delle canzoni e ciò rende tutto più pesante. Inoltre l’autotune evidenzia il suo timbro adolescenziale che a tratti appare stucchevole e non è un caso che la canzone di gran lunga migliore del disco sia priva di questo strumento. Insomma per farla breve… “Dolce Vita” è un fallimento? No. C’erano aspettative diverse? Probabilmente sì.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close