Capire Giaime attraverso le rime di Mula EP

L’EP di Giaime è stato un successo. Al contrario di altri EP, usciti nell’ultimo anno, come Gelida Estate, Routine YIN, Mula EP è riuscito e sta riuscendo perfettamente nel suo intento: far conoscere il più possibile la musica del talento di origini abruzzesi e soddisfare fan con tracce inedite di livello ancora superiore a quelle uscite in precedenza.

Nella valutazione di un progetto come Routinepesa sicuramente il confronto con i singoli precedentemente fatti uscire da ShivaChance Domani non sono assolutamente di livello superiore a Bossoli Mon Fre. Al contrario, un brano come Ragione evidenzia un miglioramento di Giaime, rispetto a Pioggia Timido e lo stesso ragionamento si può applicare a Parola Torna a casa, se le si confronta con Fiori Ricco.

Uno dei punti di forza del rapper di Mula, insieme all’attitudine giusta a cavalcare i meravigliosi beat di Andry The Hitmaker, è la sua lirica, sfumata e romantica, originale e piena di spunti. In questo articolo si analizzeranno le rime più interessanti dell’EP, allo scopo di comprendere la forza dei testi  di Giaime!

TORNA A CASA

Come Giaime stesso ha raccontato nella nostra intervista,  Torna a casa è un brano del 2018, integrato dalla performance spettacolare e adatta di Vegas Jones, uno degli artisti più talentuosi e poetici, fra quelli della sua generazione!

Nel brano, Giaime esordisce con un potentissimo ritornello, assolutamente d’impatto, che recita, rivolgendosi a una ragazza:

Dove vai? Torna presto a casa (Ehi, ehi, eh)
Sempre online, no, non sei educata (No)

Giaime parla d’amore come nessun altro, ed è impossibile non paragonarlo, da questo punto di vista, a una delle figure più rivoluzionarie del rap mondiale: il portoricano Bad Bunny, una delle sue maggiori fonti d’ispirazione. L’autore di Mula, in Torna a casa, racconta l’ansia di aspettare una ragazza a casa e la stessa espressione “Torna a casa” può essere riferita alla delusione di una separazione sentimentale: è come se Giaime stesse chiedendo alla ragazza non solo di tornare, concretamente, a casa, perché preoccupato per lei, ma anche di tornare insieme a lui dopo una rottura. Il suo “non sei educata”, del verso immediatamente successivo, ha toni delusi e allo stesso tempo arrabbiati: sottolinea una mancanza di rispetto e allo stesso tempo una ricerca, quasi possessiva, di attenzioni della ragazza in questione!

Il ritornello continua con la punchline:

Occhi di ghiaccio, ho messo la giacca (Eh, eh)

che introduce due elementi estremamente concreti: gli occhi della donna e la giacca del rapper, rendendo vivida l’immagine descritta dall’artista, che subito dopo esterna la sua angoscia e la sua disperazione:

Stasera, cazzo, non è passata, no

Nella quartina successiva entra, invece, in gioco, il tema, carissimo a Giaime, del silenzio, che tornerà in Parola:

Lei sta zitta, passaparola, yeah (Ehi, ehi, eh)

La ragazza non ha niente da dire e ancora una volta Giaime desidererebbe la sua attenzione, le sue parole, che purtroppo non arrivano.

La rima successiva:

È una vita che non lavoro

è stata spiegata egregiamente dal rapper ai colleghi di Rapologia, che ha dichiarato, nel corso di una bella intervista:

«Beh, è la verità! Già da quando lavoravo per Disney Channel avevo una sorta di indipendenza senza dover per forza fare il cameriere, ad esempio.  Anche se l’ho fatto a Londra per due mesi, ho anche consegnato sushi per un po’… Ma rispetto ai miei coetanei le mie entrate riguardavano principalmente la musica e la televisione e non pagavano certo male! Quella è sicuramente una frase da rapper, ma in realtà è una vita che io faccio questo... Quindi, possiamo dire che ha entrambe le sfaccettature.»

allo stesso verso si collega la rima conclusiva del ritornello, vaga e liberamente interpretabile:

Ho, ho un problema, ma non importa (Ma non importa)
Non importa (Non importa)

IQOS

Iqos è un brano tipicamente “alla Giaime”, dalle sonorità dolci e rilassate, il cui beat – del solito, strepitoso Andry The Hitmaker – dipinge una melodia perfetta per connettere le voci dalle tonalità così diverse dell’autore e di Ernia e per cullare ed emozionare l’ascoltatore.

Anche qui è fondamentale analizzare il ritornello, romantico e raffinato, che evidenzia la grandissima abilità di Giaime – forse il suo punto di forza – di isolare una situazione concreta e semplice come quella di una ragazza che chiama al telefono un uomo con cui non è più insieme, che tuttavia non sa resistere all’idea di poter chiacchierare un po’ con lei. Dopo aver scelto di raccontare quel, semplice e comune, episodio, la raffinatezza della penna di Giaime inizia disegnarla e a renderla poetica e struggente, in modo talmente meraviglioso da coinvolgere e travolgere l’ascoltatore, facendogli scavare nel suo passato e ricordandogli esperienze che ha vissuto personalmente.

“Se mi chiami che c’è, se mi chiami che fai, se mi trovi online
Se mi chiami va’bè dai, tanto lo so
Che ti rispondo a te, che non resisto mai
Manco tu sai perché, che m’hai chiamato a fare? Ma dai”

è un ritornello che racconta una storia assolutamente semplice e quotidiana, ma lo fa in un modo talmente romantico e passionale che non si può non empatizzare con il rapper e viaggiare con la mente. La forza di Giaime è la sua capacità travolgere l’ascoltatore, con le sue melodie e con le sue parole, trasformando un momento, in apparenza comune, come una telefonata inaspettata, a cui non si dovrebbe rispondere ma lo sì fa per forza di cose, in una storia struggente e magica.

PAROLA

Nella musica, come nella comunicazione, la parola è un elemento assolutamente centrale e di rilievo, forse il più importante in assoluto. Parola è il titolo della vera hit di Mula EPnumeri alla mano, che fa incontrare la voce di Giaime con quelle di Lazza, suo amico fraterno e artista estremamente importante per la sua carriera, ed Emis Killa, il loro principale punto di riferimento, dai tempi della crew Zero2.

Senza dilungarsi eccessivamente sul rapporto fra Giaime e Lazza – da cui è ormai lecito aspettarsi un joint album – e sulla storia de triangolo Giaime-Lazza-Killa, è comunque importante soffermarsi sull’importanza della canzone, formale e sostanziale, per la carriera dell’autore dell’EP!

Le strofe dei tre rapper sono tre gioielli, tre racconti sinceri e autentici, impreziositi e collegati da un ritornello, di Lazza, davvero strepitoso, per testo e melodia. Per parlare di Parola, si potrebbe partire dalla clamorosa abilità di Emis Killa di danzare, con il flow, sul beat di Andry, o dalle geniali e contorte punchlines di Zzala (“forse mi sento Immortale, Marco D’amore” è davvero un capolavoro) ma, ai fini dell’articolo, è più interessante soffermarsi sulla strofa di Giaime, in particolare sui suoi ultimi versi:

E ti rispondo male di getto, tu non parli nemmeno
Forse è colpa dell’ego, ma te l’avevo detto
Non ho manco più tempo, che tu ci creda o no
Ma sai che se prometto, ti do

Come al solito Giaime parla d’amore e, prima ancora di analizzare il testo, occorre evidenziare un dettaglio, che spesso viene trascurato, quando si parla del rapper: la quartina è, metricamente, eccezionale. Analizzandola, si nota che ci sono solo cinque rime (getto-detto-prometto e no-do), ma il sistema di assonanze progettato da Giaime fa sì che le parole, cadenzate da un flow perfetto per la strofa, scorrano in maniera più morbida e dolce di come avrebbero fatto se si fosse trattato di rime.

Concentrandosi, poi, sulle parole dell’artista, non si può fare a meno di sottolineare l’azzeccata scelta – quasi una cifra stilistica di Mula – della seconda persona singolare. Nei passaggi chiave, quelli più emotivi e personali, Giaime non parla di una donna, ma parla a una donna!

È quasi paradossale che il passaggio chiave di un brano che si chiama Parola parli proprio della “non comunicazione”. Giaime e la ragazza a cui è dedicato il pezzo non comunicano fra loro: il rapper le risponde male e lei non gli risponde proprio. “Forse è colpa dell’ego” è la giustificazione dell’artista a questa situazione spiacevole, pur senza specificare se si sta riferendo al proprio ego o a quello della ragazza. Nonostante tutto, Giaime sceglie di ribadirle la sua autenticità e i suoi valori (in un certo senso mostrando il lato positivo del suo ego), chiudendo la strofa ricordandole che non è il tipo di persona che ritira le promesse fatte in passato.

Come disse Tony Montana in Scarface:

“Io tutto quello che ho a questo mondo sono due cose: le palle e la mia parola, e le ho sempre onorate tutte e due, mi sono spiegato?”

NIENTE

Niente è stato il singolo di presentazione di Mula EP: un brano dal BPM incalzante e dal testo romantico, diviso a metà con Pyrex della DPG, unico ospite non romano del progetto.

Il singolo è stato un successo, non tanto a livello di numeri (quasi 2 milioni e mezzo di streaming di un mese), ma perché ha davvero messo d’accordo tutti, pubblico e critica, nonostante qualcuno guardasse con sospetto la collaborazione con il romano. La loro collaborazione ha convinto a livello di beat, – forse la strumentale più particolare del progetto, per cui Andry si merita un 10 e lode – di flow e di lyrics: dalle sporche così particolari al campionamento di un letto scricchiolante da parte del producer, Niente è un singolo curato alla perfezione in ogni dettaglio!

A livello tematico, il pezzo può essere confuso, di primo impatto, con gli altri brani dell’EP, ma, ascoltandolo con attenzione, è evidente che sia di gran lunga più romantico della maggior parte dei brani di Giaime e Andry!

Difficilmente, in un singolo dell’autore di Mula, si possono incontrare versi come:

“Tu mi calmi quando nessuno mi calma”

Tuttavia, Niente non è certo una canzone d’amore smielata e dolce: è un brano dal testo bipolare, in cui Giaime canta:

“Dico basta o ti caccio di casa”

subito prima del verso precedente, in cui sottolineava come la stessa ragazza fosse l’unica in grado di calmarlo.

Nella seconda strofa Pyrex, invece, è tutto tranne che innamorato: canta che se potesse esprimere tre desideri sarebbero “soldi, auto e gioielli” e che ha lasciato la sua ragazza “col cuore a pezzi”. Tuttavia, nonostante le parole siano dure e quasi “da insensibile”, il tono, il flow e l’impostazione della voce del rapper fanno trapelare il profondo disagio del rapper nel non provare, per l’appunto, “niente” per la sua partner.

Niente è una storia di sentimenti difficili da ascoltare in una canzone d’amore, un po’ come l’intera discografia di Giaime. Nel rap, con le dovute eccezioni, la “love song” racconta l’amore appassionato o, nei casi diametralmente opposti, l’odio o la sofferenza. La scelta di Giaime è di percorrere la linea fra odio e amore alla ricerca di quelle sfumature che rendono meravigliose le storie sentimentali. Nella sua poetica trovano spazio tematiche che solo una persona dotata di grande sensibilità può analizzare, come il silenzio, l’orgoglio, la fiducia, il perdono, la gelosia, la vendetta, la colpa, il rimpianto e l’egoismo. Questi argomenti sono i veri protagonisti della musica di Giaime.

RAGIONE

Ragione è il brano conclusivo di Mula EP, l’unico senza featuring e, a sentire le dichiarazioni entusiastiche di Giaime, probabilmente il suo preferito del progetto. Ragione è un punto d’arrivo, un brano lento e introspettivo che vuole tirare le somme del percorso artistico del rapper, da Timido Mula EP, perseguendo quest’obiettivo attraverso una serie di citazioni, più o meno esplicite, alla sua discografia.

I versi di Ragione:

Tu non sei una tipa, sei una banconota
Ma non me ne importa
Non sei nel privé con me e la mia famiglia

si contrappongono, per esempio, al seguente di Finché fa giorno:

Ciò ch’è mio è pure tuo, stai con noi nel backstage

Allo stesso modo queste barre che raccontano il rapporto, di Giaime e della ragazza a cui è dedicato il brano, con la vendetta:

Io sto bene anche così (Ehi)
Senza vendicarmi (Ehi)

So che ti stai vendicando
Non ci credo che l’hai fatto
Da te non me l’aspettavo babe (Yeah)

richiamano il ragionamento che l‘artista aveva sviluppato in Pioggia:

Sto in casa in letargo, tu a spasso col cane
Pensi che il male vada rifatto, eh
Non hai capito un cazzo, eh
Tranquilla pure io ci sono arrivato in ritardo

Le tematiche affrontate da Giaime nel pezzo sono diverse, da quello della già citata vendetta a quello del silenzio (a questo punto dell’analisi è chiaro che quest’ultimo sia il tema centrale di Mula EP). Tuttavia, rispetto alle altre canzoni della sua discografia, in Ragione l’artista è sensibilmente più concreto: lo si evince dai due seguenti passaggi.

Il primo è:

Mi è tornato in mente
Quella sera che ti ho incontrato
Io e te, due Tennent’s
Tu che mi credevi un bastardo
Poi ti ho scritto mentre tornavo (Yeah)

in cui il racconto è vivido, reale, ma soprattutto personale. Questi versi sono autobiografici: non sono stati scritti per far vivere una storia all’ascoltatore, come fa solitamente Giaime, ma per raccontare la sua esperienza.

Il secondo passaggio è l’inizio della seconda strofa:

So che ci capiamo pure se parliamo un’altra lingua

in cui il rapper si riferisce esplicitamente alla sua attuale relazione, come ha raccontato ai microfoni di Radio Raheem. A proposito del verso, l’autore di Mula ha dichiarato:

Ho una relazione con una ragazza che non è italiana. Vive in Italia da sempre, però parla un’altra lingua oltre all’italiano. So che ci capiremmo personalmente anche se comunicassimo con una lingua diversa.

Ragione è un brano diverso, rispetto agli altri di Giaime, per via della sua scrittura così personale, che non lascia spazio ad alcun fraintendimento. Forse, è proprio per questo che sembra essere il suo brano preferito dell’EP.

 

 

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close