Raphaolic Awards – La migliore repack del 2019: Re Mida Aurum di Lazza

Proseguono i Raphaolic Awards. Diverse categorie hanno finalmente il loro rispettivo premio. A decidere il vincitore siete voi, il pubblico, nelle nostre storie storie su Instagram: noi selezioniamo i quattro candidati!

47ABABB4-0C52-4838-B721-6544D0FD7215.png
Oggi diamo il premio alla
sorpresa del 2019; i nostri candidati erano:

– 68 (Till The End) di Ernia

– Most Hated (Deluxe Edition) di Jamil

– Trap Lovers Reloaded della Dark Polo Gang

– Re Mida Aurum di Lazza

Dopo un acceso e lungo testa a testa con 68 (Till The End) di Ernia, ha vinto Re Mida Aurum di Lazza: qui sotto ve la raccontiamo!


Re Mida Aurum – Il pianista del rap italiano ha fatto un capolavoro

Non è più un segreto: il 2019 è senza ombra di dubbio l’anno di Lazza, autore di un disco stellare, Re Mida, di featuring di livello assoluto (Bud Spencer, Sugar, Ho paura di uscire 2, Montenapo, Il mondo Chico, Fiori, Mattoni) e adesso anche di due repack straordinarie.

Le due “new edition” del CD sono Re Mida Aurum e Re Mida Piano Solo, rispettivamente una repack integrata da cinque nuovi, brillantissimi singoli – Ouver2re, Gigolò, Dry (La mia ora), Milion Dollar e Frio – e un’altra a cui invece si aggiungono le versioni “piano solo” di sette canzoni di Re Mida e la già citata Ouver2re.

Come molti nell’ambiente sanno, Lazza è un unicum: è il solo rapper italiano ad avere studiato pianoforte al conservatorio e a essere così appassionato di musica classica, come dimostra Ouverture (e il suo “sequel” Ouver2re), uno dei suoi pezzi più famosi, in cui ha rappato sul Nocturne No. 20 in Do Minore Diesis di Chopin. Per la prima volta con Re Mida Piano Solo, tuttavia, il rapper milanese ha deciso di valorizzare al 100% il suo talento da pianista (e la sua sorprendente voce) riprendendo canzoni di Re Mida come Netflix, Morto Mai, Catrame 24H e riproponendole al pubblico in chiave diversa e innovativa. In Re Mida Piano Solo c’è Lazza, c’è il pianoforte e c’è il pubblico. Nessun altro artista aveva mai nemmeno osato ipotizzare un progetto del genere. In una sola frase: la repack migliore dell’anno: Re Mida Aurum di Lazza!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close