La discesa musicale di Fedez – “Paranoia Airlines” è stato un fallimento clamoroso

Estratto dall’articolo “La prima metà del 2019 – Le delusioni”, in cui si analizzavano le tre delusioni più clamorose del 2019, cioè i tre dischi di Nayt, Rkomi e Fedez. Quest’ultimo ha infatti pubblicato Paranoia Airlines, un CD anonimo e pieno di difetti che sarà qui recensito.

6F1EE40A-2B90-4708-8F02-702C40147A16

Fedez è un personaggio unico, in Italia e nel mondo, ha uno stile di vita e una mentalità che lo rendono letteralmente inimitabile, per il modo in cui si relaziona con la sua dimensione familiare, con i social network, con il lavoro (di fatto non è ben chiaro quale sia il suo mestiere, se il cantante, il manager, l’uomo di spettacolo o l’influencer) e con la società.

Anche per quanto riguarda la musica, Fedez è un unicum assoluto: è nato come rapper underground, occupandosi di denuncia sociale e politica (2007-2012), è diventato un rapper mainstream (per un periodo uno dei più rispettati e acclamati dal grande pubblico) che duettava con superstar del paese come Francesca Michielin, Noemi, Elio ed Elisa (2012-2016) e infine è diventato una popstar a tutti gli effetti, abbassando evidentemente la qualità della sua produzione musicale e legandosi all’ormai ex rapper J-Ax (2016-2018). In quest’ultima fase, il suo ruolo politico diventava sempre più marginale, passando da vere forme di protesta e scontri con politici come Maurizio Gasparri e Matteo Salvini a rime innocue, come:

“Salvini sul suo blog ha scritto un post, dice che se il mattino ha l’oro in bocca si tratta di un rom”.

Si potrebbero scrivere interi libri sul fenomeno, sul personaggio e sul musicista Fedez, che, dal 2011 al 2016 è stato un rapper e artista eccezionale, rivoluzionario e di rottura. Penisola che non c’è è un capolavoro, Sig. Brainwash e Pop-Hoolista sono due strepitosi dischi pop-rap, mentre Comunisti Col Rolex con J-Ax è uno dei progetti  di qualità peggiore della musica italiana in assoluto.

Prima della sua “svolta pop”, Fedez era rispettato dalla scena hip hop nella sua interezza, da Mistaman a Rancore, passando per E-Green, i Club Dogo, Marracash, Nex Cassel, Caneda e Fritz da Cat, tutti quanti artisti con cui ha duettato. Fedez era tecnicamente forte, liricamente strepitoso, – ha scritto vere e proprie poesie come Il cemento non è un fiore, Anthem e Si scrive schiavitù ma si legge libertà versatile, ironico, acculturato, carismatico e soprattutto unico.

Fedez ha tradito il rap italiano. Anzi, con ogni probabilità, Fedez è storicamente il più grande rimpianto del rap italiano. Ciò nonostante, gli ascoltatori erano piuttosto intrigati dal suo quinto disco solista Paranoia Airlines: potevano aspettarsi due tipi di CD, un disco sulla falsa riga di Comunisti Col Rolex, completamente vuoto e anonimo, volto esclusivamente a proporre discutibili hit di portata nazionale (come Senza Pagare RMX o Vorrei ma non posto) oppure un album sincero e scritto in modo brillante, non necessariamente rap, ma in cui si potesse davvero capire che persona fosse Fedez nel 2019.

Paranoia Airlines non è nessuna di queste due cose, non è il disco strepitoso in cui qualche fan sperava e non è neanche l’album di una popstar nazionale: è un disco senza carattere, in cui la maggior parte delle scelte, musicali e liriche, sono sbagliate, che sembra essere stato realizzato da un artista demotivato e ormai poco interessato alla musica.

Quali sono le scelte sbagliate nel disco? Quasi tutte, a cominciare dalla tracklist, che si apre con un brano-dedica al figlioletto Leone e che si chiude con un’insignificante hit da club in cui il cantante milanese è presente solo nel ritornello. In secondo luogo i featuring, a eccezione della Dark Polo Gang, tutti decontestualizzati e di conseguenza sprecati. La presenza di superstar mondiali come Zara Larsson e Trippie Redd poteva essere decisamente sfruttata in maniera migliore (basti ascoltare i duetti Salmo-Nstasia e Sfera Ebbasta-Quavo), mentre il pezzo con Emis Killa, che poteva essere una hit nostalgica sulla scia di Parole di Ghiaccio e Cigno Nero, non fa altro che sottolineare l’inferiorità tecnica di Fedez rispetto al collega di Vimercate.

I brani realizzati senza featuring, inoltre, sono tutti molto simili, musicalmente, privi di elementi innovativi, cantati con un’autotune davvero cacofonico (e Fedez aveva dimostrato di saper disporre bene di questo strumento, nei dischi precedenti) e liricamente insignificanti. L’artista che un tempo vantava una penna strepitosa e che scriveva:

Non esiste bene o male
Giusto e lo sbagliato è diventato quello che conviene o non conviene fare
Questa notte prende a male come sotto un box il cellulare
In mezzo a questa merda c’è più di un uomo in mare
Mi alzo faccio una passeggiata
Mentre penso a lei che mi perdona ogni singola stronzata
Guardo quella strada a tratti illuminata
Ma ormai si è fatto tardi è ora di tornare a casa

è diventato un paroliere, che incentra i suoi versi su giochi di parole fuori contesto e irritanti, come “qui per farsi assumere, bisogna trasformarsi in antidepressivi”.

In conclusione, Paranoia Airlines è stato un progetto drammaticamente negativo a livello di ascolti (su Youtube i pezzi del disco hanno visualizzazioni inferiori a moltissimi artsiti emergenti) ma soprattutto a livello qualitativo. Com’è possibile che Fedez in soli tre anni abbia perso tutto il suo talento musicale e lirico e che non si sia accorto della pessima qualità del CD? La domanda rimarrà probabilmente senza una risposta, ma è certo che, anche nei prossimi anni, qualche ex ascoltatore dell’artista, confiderà segretamente in un disco che possa fargli provare le stesse emozioni del primo Fedez, il più grande rimpianto del rap italiano.

Un pensiero riguardo “La discesa musicale di Fedez – “Paranoia Airlines” è stato un fallimento clamoroso

  1. Fedez é un fallito musicalmente e è scappato a fare business e marito di una influencer che non ha niente da dire di interessante!!

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close